Per dire NO all’uso del (combustibile derivato dai rifiuti) come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri a indicare sul contenitore se il , in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti.


Infatti, il ottenuto con il co-incenerimento di e combustibile fossile, diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica).





Inoltre, i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore.




Alle associazioni , , Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo e basta  quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrarie a ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo.




Al posto della combustione del si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia.




Dietro l’angolo ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l’autorizzazione del co-incenerimento del : questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare nei cementifici.


Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.

Altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d'ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori, imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità, caratterizzate da assunzioni clientelari, che in molti casi, come accertato dalla Commissione, hanno riguardato individui con pregiudizi penali, o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.Le criticità di ordine economico finanziario degli ATO hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana, contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell'ambiente e, quindi, la salute dei cittadini.
Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia 6/10/10





mercoledì 7 agosto 2013

Isola delle Femmine munnezza fuoco inquinanti. LO SCHIFO

Isola delle Femmine munnezza fuoco inquinanti. LO SCHIFO 




A Isola delle Femmine, paese a VOCAZIONE TURISTICA,  continua l’inquinamento, l’aria è irrespirabile la munnezza si  accumula  sempre più fino a diventare una vera e propria discarica a cielo aperto.
Quando non vi è  più spazio per altra munnezza o quando si vuole “celare” rifiuti “SPECIALI”, si pensa bene di provocare un bellissimo incendio provocando così  l’immissione nell’aria di inquinanti dannosi alla salute umana. (diossina metalli pesanti…………..)

Purtroppo per incapacità o mancanza di volontà di chi dovrebbe essere responsabile del servizio raccolta rifiuti, si costringe  i cittadini di Isola delle Femmine a vivere in uno stato di continua incertezza:  

“vedremo domattina i cassonetti vuoti della munnezza?

Puliranno bonificheranno i siti dove per giorni settimane e messi è stata depositata la munnezza?  

Puliranno le strade e le piazze di Isola delle Femmine?

Toglieranno le erbacce che ormai adornano i cigli delle strade anche quelle centrali?

Si ricorderanno di lavare le strade almeno nel periodo estivo TURISTICO?

Questa mattina, (giornate di FLUSSO TURISTICO)  per l’ennesima volta è stato dato fuoco alla discarica  di munnezza a cielo aperto che insiste in Viale delle Industrie accanto ad un SUPERMERCATO, c’è voluto l’intervento dei vigili del fuoco per domare le fiamme.
Adesso cosa succederà? Al prossimo incendio per la munnezza che continuerà ad accumularsi nonostante… Per la SALUTE dei Cittadini un rischio in più per ricorrere a medici e medicinali……..

COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA di Isola delle Femmine



Lo so. Non è piacevole sentir dire che il proprio paese FA SCHIFO  è  SPORCO è DISORDINATO è  CAOTICO è RUMOROSO è INCOLORE è ILLEGALE è DISADORNO è INQUINATO è ILLEGALE è IRRIGUARDOSO è ESCLUDENTE è OPPORTUNISTA è “anarchico” è…è….è…

Noi amanti della LEGALITA’ della SOCIALITA’ dell’IMPEGNO SOCIALE della pratica del BUON GOVERNO della COSA PUBBLICA, avevamo tanto sperato nella volontà e nella determinazione della COMMISSIONE STRAORDINARIA GOVERNATIVA (insediatasi il 16 novembre 2012 ) a tradurre in atti deliberazioni provvedimenti, le tante “irregolarità” messe in luce nella relazione conclusiva della Commissione Ispettiva Accesso agli atti al Comune di Isola delle Femmine. 
Iniziando per esempio a riorganizzare gli uffici, in relazione a quanto la Commissione ha evidenziato:
Ufficio Tecnico Comunale
Ufficio Riscossione Tributi
Ufficio Raccolta Rifiuti spazzamento strade lavaggio delle strade
Ufficio Bonifica dei siti strade piazze vicoli inquinati dal percolato della munnezza 
Ufficio Controllo Territorio ( suolo pubblico- edilizia....) 



In 
 relazione a quanto scritto, dalla Commissione di Accesso agli atti al Comune di Isola delle Femmine, ed in virtù del ruolo di INDIPENDENZA della Commissione Straordinaria Governativa (grazie alla loro terzietà rispetto alla problematica e grazie alla loro imparzialità)ci saremmo aspettati un intervento urgente SULLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA DEL TERRITORIO   P.R.G.


La nostra speranza era,oltremodo   suffragata dall’ordinanza Prefettizia  n 15450 del 16 novembre 2012  

RAVVISATA la sussistenza di motivi di urgente necessità che impongono un immediato intervento dello Stato, volto ad impedire, nelle more delle procedure per l’adozione del formale provvedimento di scioglimento da parte del Presidente della repubblica, ogni ulteriore deterioramento ed inquinamento della vita amministrativa e democratica dell’Ente Locale …”

QUINDI INTERVENIRE URGENTEMENTE è il MESSAGGIO DEL PREFETTO

Nella convinzione che la Commissione Straordinaria Governativa rappresenta,  un Istituto di garanzia di legalità e di democrazia per il Nostro paese, non possiamo non far presente delle sofferenze economiche sociali e culturali in cui versa il Paese di Isola delle Femmine .

Isola delle Femmine è in un continuo declino in cui non si intravede alcun futuro,le poche risorse di cui noi disponiamo il mare , le nostre bellezze naturali la    stessa struttura morfologica del Paese, 

LE STIAMO LETTERALMENTE AGGREDENDO DEPREDANDO DISTRUGGENDO.



HEL HELP HELP HELP HELP



COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA di Isola delle Femmine






































COMPOSTAGGIO, DIOSSINE, INCENDI DI MUNNEZZA, ISOLA DELLE FEMMINE, ISOLE ECOLOGICHE, Italcementi, METALLI PESANTI, MUNNEZZA, PETCOKE, RACCOLTA DIFFERENZIATA,RICICLO,RIUSO

Nessun commento:

Posta un commento