Per dire NO all’uso del (combustibile derivato dai rifiuti) come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri a indicare sul contenitore se il , in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti.


Infatti, il ottenuto con il co-incenerimento di e combustibile fossile, diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica).





Inoltre, i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore.




Alle associazioni , , Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo e basta  quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrarie a ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo.




Al posto della combustione del si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia.




Dietro l’angolo ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l’autorizzazione del co-incenerimento del : questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare nei cementifici.


Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.

Altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d'ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori, imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità, caratterizzate da assunzioni clientelari, che in molti casi, come accertato dalla Commissione, hanno riguardato individui con pregiudizi penali, o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.Le criticità di ordine economico finanziario degli ATO hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana, contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell'ambiente e, quindi, la salute dei cittadini.
Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia 6/10/10





venerdì 11 marzo 2011

Isola delle Femmine Italcementi 11 marzo 2011


Isola delle Femmine Italcementi 11 marzo 2011

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si è accorto che
da quasi tre mesi in maniera continuativa
24 ore su 24 dalle cimiere  (e non solo) della
Italcementi fuoriesce del fumo nerastro
che invade tutto il paese?"  

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco è a conoscenza di leggi
che gli "affidano" potere di intervento in
caso di rischi per la salute umana?" 

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende
conto della pericolosità per la salute
umana della presenza di
cromo esavalente VI,
così come comunicatogli dall'ARPA?"

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si è accorto che
da quasi tre mesi in maniera continuativa
24 ore su 24 dalle cimiere  (e non solo) della
Italcementi fuoriesce del fumo nerastro
che invade tutto il paese?"

Un Cittadino di Isola delle Femmine, 
osservando la sua macchina appena comprata :
"la macchina appena comprata e
la carrozzeria è completamente rovinata
dalle polveri che vengono dalla cementeria!"
di rimando gli rispondo
"pensa a quello che arriva nei nostri polmoni!"

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco al mattino
quando nell'aprire la porta per uscire
di casa viene avvolto da una fitta
"nebbia" non si pone la domanda ..
ma che cacchio stà succedendo?"

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
" lette le ultime analisi ARPA
sulla grave situazione
ambientale di Isola cosa pensa di fare?
Oppure ha già provveduto?

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende conto che
il fumo proveniente dalla Italcementi,
si distingue dalla polvere
in quanto prodotto
della combustione, di conseguenza
la polvere non può, essere
ricompresa nella nozione di fumo.
VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende conto che
quella strana puzza che LUI sente di
(uova marce, di zolfo...) dall'odore
pungente ed irritante, proveniente
dal cementificio in realtà è la fuoriuscita di
Biossido di zolfo (SO2) 

VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende conto che:

IL DECRETO A.I.A. DELLA REGIONE SICILIA
ALLA ITALCEMENTI DEL LUGLIO 2008
PESCRIVE L'OBBLIGO DELL'ADOZIONE
DELLE MIGLIORI TECNOLOGIE ENTRO I
DUE ANNI SCADUTI NEL LUGLIO 2010
L'AUTORIZZAZIONE ALL'ESERCIZIO E' QUINDI SCADUTA?

La pessima qualità dell'aria che respiriamo,
l'irritazione alle vie respiratorie,
gli odori insopportabili sono alcune delle cause
dell'inquinamento ambientale di
Isola delle Femmine
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
FARE LA SPESA AL SUPERMERCATO SENZA IL RISCHIO
DI INALARE LE SOSTANZE NOCIVE DELLA ITALCEMENTI
E MAGARI PORTARE A CASA PRODOTTI INQUINATI 
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
FARE LA SPESA AL SUPERMERCATO SENZA IL RISCHIO
DI INALARE LE SOSTANZE NOCIVE DELLA ITALCEMENTI
E MAGARI PORTARE A CASA PRODOTTI INQUINATI 
VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende che la Italcementi
è a ridosso di una struttura sanitaria?
VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende che la Italcementi
è a ridosso del campo sportivo dove la squadra locale
svolge il suo campionato ?
VIENE NATURALE AI  CITTADINI DI ISOLA
DELLE FEMMINE CHIEDERSI
"ma il nostro sindaco si rende che gli ospiti
dell'Hotel Sirenetta hanno un "belvedere"?
IL SOGNO DEL TURISTA  A ISOLA DELLE FEMMINE?
IL VOSTRO E' UN PAESE BELLISSIMO PECCATO
QUEL CEMENTIFICIO SITUATO PROPRIO
ALL'INTERNO DEL PAESE
IL SOGNO DEL TURISTA (dello scorso anno) 
A ISOLA DELLE FEMMINE?
IL VOSTRO E' UN PAESE BELLISSIMO PECCATO
QUEL CEMENTIFICIO SITUATO PROPRIO
ALL'INTERNO DEL PAESE (c'era anche lo scorso anno)
Assessore Bugiardino dice
lo sappiamo le industrie del cemento inquinano,
ciò che possiamo fare è limitare la loro azione inquinante”.
Assessore Bugiardino Lei saprà che
L'A.I.A. autorizza la Italcementi
ad emettere Diossine emesse =1.042.320.000 pg/giorno
equivalente alla dose di “tollerabilità”
giornaliera (140 pg, secondo l’OMS)
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
ALZARSI AL MATTINO APRIRE LE FINESTRE
E NON VEDERE (si fa per dire) IL PAESE
AVVOLTO NELLA "NEBBIA"
IL SOGNO DEL TURISTA  A ISOLA DELLE FEMMINE?
IL VOSTRO E' UN PAESE BELLISSIMO PECCATO
QUEL CEMENTIFICIO SITUATO PROPRIO
ALL'INTERNO DEL PAESE
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
VEDER UN GIORNO LA ITALCEMENTI
LONTANISSIMA DAL CENTRO ABITATO
COSI' COME PRESCRIVE LA LEGGE
I Cementifici e gli impianti in cui avviene
incenerimento di rifiuti rientrano fra
le industrie insalubri di prima classe in
base all’articolo 216 del testo unico
delle Leggi sanitarie (di cui all’elenco
pubblicato in G.U. n. 220 del 20/09/1994).
IL SOGNO delle CASALINGHE  DI ISOLA DELLE FEMMINE?
ALMENO PER UN GIORNO FARE A MENO
DI TOGLIERE TUTTA QUESTA POLEVERE
NERA DAI BALCONI
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
AVERE DEGLI AMMINISTRATORI CAPACI DI OSSERVARE
E CAPIRE E SODDISFARE I BISOGNI DEI CITTADINI
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
NON DIRE UN GIORNO " potevo fare qualcosa, che forse
avrebbe evitato tutte queste malattie"

IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
AVERE DEGLI AMMINISTRATORI CON UN  PROGETTO 
COMUNE CONDIVISO PIANIFICATO E REALIZZATO

IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
VEDERE L'AZZURO CIELO DI ISOLA DELLE FEMMINE
IL SOGNO DEI CITTADINI DI ISOLA DELLE FEMMINE?
VEDER UN GIORNO LA ITALCEMENTI
LONTANISSIMA DAL CENTRO ABITATO
COSI' COME PRESCRIVE LA LEGGE

MI CHIEDO! IL SINDACO SI E' MAI
ACCORTO DI QUESTO
SPETTACOLO OSCENO
INDECOROSO
OLTRE CHE AD ESSERE
I N S A L U B R E

A FRONTE DI QUESTO
SCEMPIO!
NON I RESTA CHE DECIDERE
Il paesaggio, tutelato dall'articolo 9 della
Costituzione, DEVE ESSERE
AL     centro delle NOSTRE valutazioni.
Chiediamo la immediata 
DELOCALIZZAZIONE DELLA ITALCEMENTI 
IL SOGNO DEL CITTADINO A ISOLA DELLE FEMMINE?
DELOCALIZZARE TUTTE LE ATTIVITA' INDUSTRIALI
CHE ARRECANO DANNO ALLA SALUTE UMANA

A PROPOSITO DI RIFIUTI TARSU TIA E VIA DICENDO


Professore Portobello

Lei sarà senz'altro a conoscenza, nella Sua funzione di Sindaco  rappresenta la massima autorità in materia igienico-sanitario. Se può  confortarLa le può venire in aiuto una recente ( novembre 2009) sentenza  della Corte dei Conti della Campania che succintamente mi permetto
riportaLe:

“Sussiste il DANNO PUBBLICO PATRIMONIALE materiale determinato dalla  mancata o insufficiente realizzazione della raccolta differenziata dei  rifiuti solidi urbani, pregiudizio che presenta i requisiti della  certezza, della concretezza e dell'attualità, in presenza della  insufficiente attivazione, molto al di sotto degli OBBLIGHI di legge,  della raccolta differenziata.”
Di questo danno rispondono, a titolo di colpa grave, il Sindaco,  l'assessore Cutino e i competenti dirigenti dell’ATO P1
Il primo cittadino perché ha omesso di assumere iniziative finalizzate  al raggiungimerto delle percentuali d' OBBLIGO, con un adeguato  incremento della raccolta differenziata dei rifiuti, mentre i dirigenti  tecnici per non avere curato il preciso OBBLIGO di assicurare la  legittimità degli adempimenti prescritti dalla legge in materia e per  non avere curato la vigilanza e il controllo dei servizi gestiti dall’ATO PA1  , venendo meno anche all'OBBLIGO d'impulso, nei confronti dello  stesso Sindaco.
Lei nella Sua funzione di Sindaco ha OMESSO di: assumere iniziative  finalizzate all'incremento della raccolta differenziata dei rifiuti ,  causando così a noi Cittadini di Isola delle Femmine un DANNO PUBBLICO PATRIMONIALE,  a mio avviso molto più grave che un SEMPLICE DANNO ERARIALE.

Pino Ciampolillo Comitato Cittadino Isola Pulita


Biossido di zolfo (SO2),AMBIENTE,ITALCEMENTI,VIA VAS,TAR VENEZIA 2462/2009,TAR PA 2592/2008,DECRETO 693/2008,CEMENTIROSSI,ITALCEMENTI,PORTOBELLO,CUTINO,VOTO DI SCAMBIO

Nessun commento:

Posta un commento