Per dire NO all’uso del (combustibile derivato dai rifiuti) come combustibile nei cementifici basterebbe considerare che la legislazione USA obbliga i cementieri a indicare sul contenitore se il , in esso contenuto, deriva o no dallo smaltimento di rifiuti.


Infatti, il ottenuto con il co-incenerimento di e combustibile fossile, diventa pericoloso per la salute a causa dei rilasci dei manufatti con esso realizzati (vedasi il caso del cromo esavalente nel sangue dei lavoratori del tunnel della Manica).





Inoltre, i cementifici hanno limiti di concentrazioni di inquinanti, autorizzati allo scarico in atmosfera, superiori rispetto agli inceneritori pur avendo un flusso di emissioni maggiore.




Alle associazioni , , Isola Pulita, Rifiuti Zero Palermo e basta  quanto sopra per dichiararsi assolutamente contrarie a ogni forma di co-incenerimento, anche temporaneo.




Al posto della combustione del si propongono i trattamenti a freddo, come TMB o la produzione di sabbia sintetica tipo Vedelago, realizzando così, senza inquinare e senza effetto serra, recupero di materia o non di energia.




Dietro l’angolo ci sono i cementieri di Isola delle Femmine, Porto Empedocle, Ragusa, Catania e di Priolo, che aspettano l’autorizzazione del co-incenerimento del : questo non lo permetteremo e ci opporremo con ogni mezzo democratico contro il tentativo di bruciare nei cementifici.


Caricato da isolapulita. - I nuovi video di oggi.

Altro elemento di distorsione nel funzionamento delle società d'ambito concerne la frequente e pressoché sistematica elusione delle regole di evidenza pubblica nella scelta delle imprese cui affidare i lavori, imprese spesso prive dei necessari requisiti di professionalità, caratterizzate da assunzioni clientelari, che in molti casi, come accertato dalla Commissione, hanno riguardato individui con pregiudizi penali, o legati da rapporti di parentela con soggetti pregiudicati.Le criticità di ordine economico finanziario degli ATO hanno quindi avuto ricadute gravissime nella gestione del ciclo dei rifiuti nella regione siciliana, contribuendo a determinare situazioni di altrettanto grave pregiudizio per la salubrità dell'ambiente e, quindi, la salute dei cittadini.
Relazione Commissione Parlamentare sui Rifiuti in Sicilia 6/10/10





sabato 9 ottobre 2010

Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine

LA FESTA DELLA REPUBBLICA A ISOLA DELLE FEMMINE

”La vera gioia della vita è in ogni istante che viviamo, nell’intensità della lotta e nella sfida del presente, nel nostro percorso per la vittoria. Non temere nulla è la più grande felicità. La paura non è una malattia del corpo, la paura uccide lo spirito. Se permettiamo al nostro spirito d’inaridirsi e morire diveniamo dei perdenti e ciò rafforza la mano degli aspiranti oppressori. Non c’è niente di più stupido , di più degradante, niente di più controproducente che permettere a noi stessi di essere tormentati dalla paura.

E’ con i miei ceppi che posso volare;
E’ con le mie pene che posso innalzarmi;
E’ invertendo la marcia che posso correre;
E’ con le mie lacrime che posso viaggiare.
GHANDI

Signor “Sindaco” Portobello Professore Gaspare se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Vice Sindaco” PALazzotto se c’è batta LEI un colpo!


Signor “Assessore” Dr. Marcello Cutino se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Assessore” Aiello Paolo se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Assessore” Riso dottore Napoleone se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Presidente del Consiglio” Giucastro rag Alessandro se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Vide Presidente del Consiglio” Dionisi geometra Vincenzo se c’è batta LEI un colpo!

Signora “Consigliera” Battaglia se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Consigliere” Guttadauro se c’è batta LEI un colpo!

Signora “Consigliera” Aiello Maria se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Consigliere” Cardinale se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Consigliere” Capitano Lucido se c’è batta LEI un colpo!

Signor “Consigliere” Peloso se c’è batta LEI un colpo!

Signora “Consigliera” Riso Professoressa Rosaria se c’è batta LEI un colpo!

Signori Consiglieri Gruppo Consiliare “Rinascita Isolana” se ci siete battete VOI un colpo!

Signori Candidati Lista “Insieme per il Rinnovamento” se ci siete battete VOI un colpo!

Signori “Dirigenti” Ufficio Tecnico Comunale se ci siete battete VOI un colpo!

Giova Ricordare peraltro anche ai Personaggi che hanno sostenuto, nelle elezioni amministrative una qualche lista, POSSONO BATTERE i pugni non una volta ma più volte ne hanno facoltà.

Cittadini Elettori di Isola delle Femmine NOI CI SIAMO, NOI ci facciamo sentire, per la nostra amata Isola delle Femmine, per la nostra salute, per il nostro territorio per i NOSTRI DIRITTI!

NOI vogliamo che si chiudano immediatamente tutte le discariche a cielo aperto di cui sono invase le strade di Isola delle Femmine.

NOI vogliamo Isola delle Femmine libera dalla munnezza!

NOI Cittadini elettori non abbiamo pagato la tassa sui rifiuti per avere questo DISSERVIZIO!

Come da dichiarazione del Presidente ATO PA 1 Giacomo Palazzolo :
"Loro e solo loro sono i veri responsabili di questo gravissimo disservizio che mette a repentaglio la salute di tutti noi cittadini. "

E aggiunge: "Io non FACCIO il pupo a nessuno! Chisà cosa intende dire!

Basta MUNNEZZA per le strade di Isola delle Femmine


Salviamo il nostro MARE di Isola delle Femmine (diventata haimè) una baraccopoli

A volte viene da pensare che tutto questo sia frutto di qualche artista d'avanguardia


Mi chiedo ma i nostri amministratori quando viaggiano (viaggiano SI) cosa riescono a portare a casa in termini di idee?

A VOLTE MI CHIEDO SE NELLA GESTIONE della propria economia familiare SONO COSI FALLIMENTARI (e non mi sembra AFFATTO) cosi' come lo sono nella gestione economica del servizio raccolta rifiuti?






Munnezza vista mare






CHI HA PROVOCATO QUESTO DISASTRO NEL SERVIZIO RACCOLTA RIFIUTI METTENDO A REPENTAGLIO LA NOSTRA SALUTE
AVVILENTE FARE UNA PASSEGGIATA (quando trovi un marciapiede) a mare
Toste ma molto Toste le accuse lanciate dal Presidente dell'ATO PA 1 Giacomo Palazzolo contro i Sindaci! Perchè proprio in questo momento? Cosa hanno da dire le nostre "AUTORITA'" locali?

L'ALBERGO da cui, qualche settimana fa sono scappati dei turisti. Indagini in corso sui motivi della fuga

Nessun commento:

Posta un commento